Innovazione e Ricerca

Scopri i risultati della ricerca e innovazione che la Rete Alta Tecnologia ha messo a punto sul tema soluzioni innovative per l’edilizia produttiva.

I Technology Report Sono casi reali di collaborazione Ricerca e Impresa. Esempi concreti, che mostrano come la ricerca industriale può rispondere alle esigenze tecnologiche delle aziende. Esperienze e soluzioni per accrescere la competitività, con risposte innovative personalizzabili.

Scarica gratuitamente i Technology Report della Rete Alta Tecnologia sulla pagina ufficiale


Di seguito gli abstract di alcuni Technology Report con soluzioni dedicate all'edilizia industriale

INTEGRO - Integrated Floor System

INTEGRO è un orizzontamento a ordito semplice in legno con impalcato a sandwich in compensato multistrato e anima in grigliato stampato in PRFV (plastici rinforzati con fibre di vetro). Le primarie caratteristiche strutturali sono l’elevato grado di rigidezza dell’impalcato, soprattutto rispetto alle sollecitazioni sul piano, e la leggerezza complessiva. Le primarie caratteristiche tecniche sono invece rappresentate dall’impiego di procedure interamente a secco e dalla possibilità di adattarsi sia a contesti di nuova costruzione sia a interventi di recupero. L’efficacia prestazionale del sistema in rapporto allo spessore complessivo del solaio è inoltre assicurata dalla presenza di pacchetti di completamento con materiali che consentono sia di integrare le dotazioni impiantistiche, sia di fornire soluzioni ottimizzate per i requisiti termico-acustici per il contenimento energetico. Infine il sistema risponde ai requisiti di reversibilità e riciclabilità di materiali e componenti.
 


LABSIII (Laboratorio Sistemi Integrati Involucro Impianto)

Tra le diverse unità tecnologiche che costituiscono il sistema edificio, il tetto è quella caratterizzata dalla maggiore complessità: è la parte più esposta agli agenti climatici e nella quale convergono, o possono convergere, molteplici funzioni o terminazioni. Su questo tema ad alto valore aggiunto si sono concentrate le attività di ricerca. Con il supporto di Larcoicos il laboratorio LABSIII opera nel settore dei sistemi di copertura con struttura in legno, sviluppando soluzioni che integrano tecnologie per l’efficientamento energetico e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili attraverso processi di assemblaggio a secco e prefabbricazione in stabilimento. Gli obiettivi conseguiti sono un sistema di copertura a forte integrazione tra componenti di involucro e di impianto e un prodotto industriale che riduce tempi e costi della costruzione, dalla progettazione alla messa in opera, con qualità finale elevata garantita e certificata.
 


Life Cycle Assessment per la valutazione di impatto ambientale

Life Cycle Assessment (in italiano "valutazione del ciclo di vita", conosciuto anche con l'acronimo LCA) è una metodologia che valuta un insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l'ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita che include le fasi di preproduzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione), riciclaggio e dismissione finale. La procedura LCA è standardizzata a livello internazionale dalle norme ISO 14040 e 14044 (International Organization for Standardization). Gli studi di LCA vengono effettuati mediante il software SimaPro utilizzando una serie di database con migliaia di processi, oltre ai più importanti metodi di valutazione dell’impatto.
 


Monitoraggio in continuo del comfort ambientale di edifici pubblici e privati

Il sistema prevede il monitoraggio e la memorizzazione dei principali parametri di comfort termico ambientale di edifici pubblici di grandi dimensioni, ma anche di edifici privati. I parametri monitorati sono: le temperature superficiali delle pareti interne e delle chiusure finestrate, la temperatura dell’aria degli ambienti interni e il clima esterno (temperatura e umidità relativa dell’aria, velocità e direzione del vento, irraggiamento solare globale su una superficie orizzontale).
 


Monitoraggio in continuo delle prestazioni energetiche di facciate ventilate

Il sistema prevede il monitoraggio e la memorizzazione dei principali parametri termici per la valutazione delle prestazioni energetiche delle facciate ventilate. I parametri monitorati sono: le temperature superficiali della parete comprese quella della cavità d’aria, la temperatura dell’aria in cavità opportunamente schermata, l’umidità relativa dell’aria in cavità, la velocità dell’aria in cavità, l’irraggiamento solare incidente sulla facciata e infine i parametri climatici esterni (temperatura e umidità dell’aria, velocità e direzione del vento, irraggiamento solare globale e diffuso su una superficie orizzontale.
 


RE.SIS.TO® Metodo speditivo per la valutazione della vulnerabilità sismica di edifici in muratura e c.a.

Viene brevettata una metodologia speditiva per la valutazione della vulnerabilità sismica di edifici in calcestruzzo armato e muratura. L’ambito di applicazione preferenziale di tale metodologia è rappresentato da edifici che appartengono al patrimonio edilizio di significativa consistenza numerica, di cui si voglia definire una vulnerabilità sismica indicativa, al fine di operare le scelte strategiche necessarie per la definizione di una graduatoria di priorità per la fase successiva, che consiste nello svolgimento di studi di vulnerabilità completi o di interventi di miglioramento/adeguamento sismico. La metodologia proposta conduce alla definizione di un’accelerazione al suolo di collasso dell’edificio attraverso la valutazione del taglio resistente dello stesso, piano per piano. Gli edifici vengono suddivisi in cinque classi di resistenza in funzione del rapporto PGAc/PGAd (tra accelerazione di collasso dell’edificio e accelerazione di calcolo) e delle vulnerabilità locali.
 


TECNOLATER (Laboratorio pilota flessibile per lo sviluppo di nuovi materiali da costruzione)

Obiettivo primario del TECNOLATER è stato la creazione presso gli stabilimenti di Sacmi di un laboratorio pilota funzionale allo studio ed allo sviluppo di tecnologie flessibili per la realizzazione di nuovi materiali da costruzione. Si è costituita una struttura di ricerca finalizzata allo studio di componenti innovativi in laterizio (blocchi alleggeriti portanti o da tamponamento, blocchi per solaio, tavelle, mattoni pieni, semipieni, forati, a faccia a vista, facciate ventilate, etc.) con riferimento prioritario, soprattutto nelle prime fasi di attività, al miglioramento delle prestazioni termiche dei singoli componenti, che si traducono in un maggior risparmio energetico e nel benessere abitativo degli edifici. Larcoicos ha collaborato allo studio di nuovi prodotti con prestazioni caratteristiche potenziate, particolarmente in campo energetico, per proporre sul mercato con rinnovato vigore “il mattone”, così fortemente caratterizzante la tradizione costruttiva italiana di qualità.
 


Tetti verdi sperimentali per un drenaggio urbano sostenibile

Per il progetto "Tetti verdi" sono state realizzate due coperture verdi sui laboratori LAGIRN della (Scuola di Ingegneria e Architettura dell'Università di Bologna sede di via Terracini), nell'ambito delle ricerche svolte dal CIRI E-C U.O. Fluidodinamica e del DICAM dell’Università di Bologna a proposito della gestione della risorsa idrica e delle reti idriche urbane. Queste tecnologie in scala reale e un attento e continuo monitoraggio ambientale sul tetto, permettono di ottenere dati attendibili sui sistemi sperimentati. I risultati saranno fondamentali per capire i benefici ambientali ed economici apportati dalle tecnologie verdi per un drenaggio urbano sostenibile e per individuare le implementazioni necessarie per ottimizzarne le prestazioni. Tutti i dati verranno confrontati con quelli ottenuti da un monitoraggio su un tetto tradizionale, in prossimità dei tetti verdi proposti e saranno comparati a studi simili esistenti.
 


Recupero dei Residui dai processi di trattamento rifiuti

Per contribuire alla identificazione delle scelte più efficaci per una gestione dei rifiuti sostenibile, il Centro Studi MatER fornisce consulenza tecnico scientifica basata su una rigorosa ricognizione delle tecnologie e delle politiche adottate per il recupero di materia ed energia dai rifiuti. Tutto ciò attraverso: Analisi delle best practices e realizzazione di studi e ricerche sul recupero di materia ed energia dai rifiuti; Revisione e miglioramento della normativa su gestione, recupero e trattamento dei rifiuti; Raccolta, diffusione e condivisione delle corrette informazioni sul tema della gestione dei rifiuti, anche attraverso l’organizzazione di corsi e seminari. Il Centro Studi MatER, realizzato dal Consorzio LEAP con il sostegno di Federambiente e delle maggiori multi-utilities operanti in Italia nel settore dell'igiene ambientale, vuole essere un punto di riferimento scientifico nazionale nel settore del recupero di materia ed energia da rifiuti.
 


Valutazione tecnico-economica e verifica di producibilità di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili

La valutazione tecnico-economica di impianti di produzione di energia elettrica e/o termica a fonti rinnovabili (biomasse, eolico, fotovoltaico, idroelettrico) è fondamentale per pianificare l’impianto stesso e per monitorarne le performance. Partendo dalle caratteristiche tecniche dell’impianto, ed in particolare dalle specifiche della fonte rinnovabile utilizzata, vengono calcolate le producibilità teoriche del sistema. I valori ottenuti dall’analisi tecnica sono poi utilizzati per la ricostruzione del Conto Economico dell’impianto e la valutazione dei principali indicatori di interesse (tasso interno di rendimento TIR, Valore Attuale Netto VAN, Tempo di Payback).Successivamente all’entrata in esercizio dell’impianto ne viene monitorata la consistenza rispetto alle valutazioni preliminari, e verificata la capacità produttiva attraverso il confronto tra i dati reali di produzione energetica registrati dal sistema di controllo dell’impianto e dal contatore con le producibilità stimate.
 

 

 

 

 

 

 

 

A chi si rivolge: